Sistema di rilevamento dei flussi ciclistici

Pescara. Un sistema di rilevamento dei flussi ciclistici con cui, in una prima fase, verranno sottoposti a monitoraggio i “passaggi” su quattro delle principali piste ciclabili della città: quelle di lungomare Matteotti e di lungomare Cristoforo Colombo, quella di viale Leopoldo Muzii e quella di via Valle Roveto, valutando poi la possibilità di allargare l’analisi anche ad altre infrastrutture cittadine.

E’ il progetto, inserito nell’ambito del programma Pesos e finanziato con fondi dedicati del Ministero dell’Ambiente, che l’amministrazione comunale di Pescara si accinge a lanciare sulle piste ciclabili della città.

Prevede l’installazione di un totem bifacciale a colonna su lungomare Matteotti e di tre display, anch’essi bifacciali, da installare sulle altre piste ciclabili: la spesa prevista nella delibera approvata dalla Giunta comunale è di 73.200 euro

“Display e totem – spiega l’assessore alla Mobilità Luigi Albore Mascia – sono completi di sensori specifici da installare sotto il manto stradale e di dispositivi che assicurano la rilevazione e la successiva elaborazione dei dati e il trasferimento a un server centrale”.

I dati saranno elaborati e disaggregati e saranno una base concreta per programmare in maniera consapevole il futuro della mobilità leggera a Pescara: “Abbiamo un sistema analogo – ricorda l’assessore Albore Mascia – per la rilevazione delle presenze nei parchi e nei siti culturali che sono collegati con piste ciclabili e percorsi pedonali. E’ entrato in funzione un anno fa e ci ha consentito di valutare anche l’afflusso ad alcune importanti manifestazioni e la fruizione di alcune delle aree verdi più care alla città”.

Fonte: Abruzzo.cityrumors.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.